body-parcoinforma
  • Louis Vuitton, il Parco al lavoro collabora con la Protezione civile


    L’obiettivo è quello di collaborare con la Protezione Civile nel perseguimento degli obiettivi connessi alla predisposizione dell’evento ”Louis Vuitton World Series” nel territorio del Parco, che rappresenta per tutto il territorio una opportunità importante da cogliere; per questo motivo nei primi giorni del mese di febbraio, dell’ “ex Arsenale militare”, si è tenuto un importante incontro tra il Coordinatore del Parco Bruno Paliaga, il collaboratore incaricato per la realizzazione del Piano AntIncendi Boschivi (chiamato anche ”Piano AIB”) ed i rappresentanti dell’Organizzazione dell’evento. Si è avuto modo di discutere in particolare di due attività sul quale il Parco è al lavoro da tempo.

    Innanzitutto sono state illustrate le criticità e le risorse disponibili per la realizzazione del Piano AIB, fornendo una stima degli interventi che saranno indispensabili per le misure attive, per le quali la Protezione Civile dovrà affidare incarichi a professionisti (idraulico, forestale e/o agronomo, etc.). E’ stato previsto, nello specifico, che la Protezione Civile debba quantificare i lavori per le vie di fuga, per la messa in connessione ed in pristino delle bocchelle e che siano create delle aree parcheggio che dovranno essere oggetto di intervento.
    Proprio a tale riguardo, è stato concordato che sia affidato all’Organizzazione dell’evento il progetto di definitiva sistemazione dell’ ”ex blocchiera” a Stagnali, già predisposto dagli uffici del Parco e per il quale era prevista in questi giorni un’apposita gara d’appalto.

    Sempre nell’ambito dello stesso incontro sono stati discussi altri argomenti, come ad esempio il monitoraggio dell’area marina nei giorni in cui la ”Louis Vuitton” sarà ospitata nell’Arcipelago,che il Parco ha ritenuto di utilità per la buona riuscita dell’evento. Utilizzare l’esperienza e la capacità di azione della Protezione Civile per veder messo in opera il Piano AIB e completato la realizzazione dei lavori presso l’ex-cava, nella più ampia ottica di riqualificazione dell’isola di Caprera in onore dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia, accelererà il completamento dei lavori fornendo al territorio quel un ritorno economico e d’immagine che gli spetta.