body-parcoinforma
  • Il Parco promuove il territorio alla fiera “Fa’ la cosa giusta!”


    Tre giorni dedicati alla sostenibilità e al consumo critico per il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, che ha partecipato con un proprio stand di rappresentanza all’evento, con l’obiettivo di far conoscere il territorio e le sue eccellenze paesaggistiche e naturalistiche. Nata nel 2004 a Milano da un progetto della casa editrice “Terre di mezzo”, la manifestazione “Fa’ la cosa giusta”, fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, ha raggiunto la sua nona edizione, che si è svolta dal 30 marzo al 2 aprile presso i padiglioni 2 e 4 di Fieramilanocity, storico quartiere fieristico di Milano. “Fa’ la cosa giusta!” fin dalla sua prima edizione, ha come obiettivo quello di diffondere sul territorio nazionale le “buone pratiche” di consumo e produzione valorizzando le specificità e le eccellenze espresse dalle comunità locali. Alla Fiera ha partecipato Federparchi – Federazione italiana Parchi e riserve naturali, che grazie alla sponsorizzazione di COOP Lombardia ha dato vita ad un’area di turismo verde, costituita da alcuni parchi nazionali, selezionati per l’occasione, e da altre aree protette: i parchi nazionali Pollino, Aspromonte, Arcipelago di La Maddalena, Sila, Gran Paradiso, Cilento, l’area marina protetta di Torre Guaceto, i parchi regionali Adamello Brenta e Duna di Torre Canne - Torre di San Leonardo e il Sistema di Area Vasta della Liguria. Sezione speciale che ha animato i padiglioni in questa edizione della Fiera è quella dedicata al turismo responsabile, settore particolarmente importante anche per il territorio del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, che ha scelto di aderire al progetto “Fa la cosa Giusta” orientandosi in particolare sulla promozione delle attività del CEA (Centro di Educazione Ambientale) di Stagnali a Caprera e di quelle relative alla nuova sentieristica, realizzata dal Parco nell’isola di Caprera. La sezione “turismo consapevole” della Fiera ha accolto associazioni, enti pubblici, imprese profit o no profit e altre realtà impegnate nell’organizzazione e nella promozione di turismo di comunità, sociale, ambientale e di cooperazione internazionale. In questi anni è cresciuto notevolmente l’interesse per il mondo che si riconosce nella definizione di “economia solidale”: un sistema di relazioni economiche e sociali che pone l’uomo e l’ambiente al centro della propria attività, cercando di coniugare sviluppo con equità, occupazione con solidarietà e risparmio con qualità. Sempre più realtà produttive intraprendono un percorso di sostenibilità ambientale e responsabilità sociale e, al contempo, cresce il numero di cittadini consapevoli dell’importanza e della forza che risiede nella loro capacità di partecipazione diretta e nelle loro scelte di acquisto. La partecipazione del Parco alla fiera è stata possibile anche grazie ai finanziamenti legati al progetto PMIBB, finanziato con fondi del Programma Italia-Francia “Marittimo” 2007-2013. La manifestazione è stata infatti l’occasione per promuovere le Bocche di Bonifacio come spazio comune tra la Sardegna e la Corsica e come territorio che da sempre condivide caratteristiche ambientali e culturali.