body-parcoinforma
  • Nautica e Aree Protette: un’alleanza indispensabile


    Venerdì 5 giugno si è tenuto un incontro nella sede del  Parco della Maddalena tra il Presidente dell’Ente e  il Sig.  Roberto Azzi, Amministratore Unico IBS Servizi di Olbia, in qualità di Presidente della sezione cantieristica e servizi di Confindustria Nord Sardegna. Nel corso dell’incontro si è parlato della necessità di trovare un nuovo punto di equilibrio tra fruizione e protezione. Il mondo della nautica oggi è consapevole della necessità di estendere il controllo e la protezione del mare anche a fasce più estese del territorio per far in modo che la peculiarità e l’eccezionalità delle bellezze naturali continuino, anzi amplifichino, la capacità di attrarre nuovi e vecchi frequentatori dei nostri mari.
    A questa attività però dovranno essere affiancate iniziative di divulgazione e supporto al navigante come l’offerta di servizi in grado di agevolare e rendere confortevole il soggiorno ma anche utili ad educare al rispetto di ciò che ci circonda. Trovare formule concordate di contingentamento dei flussi nelle aree più sensibili o di maggior richiamo turistico, significa garantire a tutti, per l’oggi ed il domani, di poter godere delle stesse bellezze ed evitare di spogliare il nostro territorio delle sue “perle” migliori.

    La tecnologia, l’educazione ambientale e il supporto di servizi di accoglienza e prenotazione, servizio di accompagnamento telematico con l’indicazione dei luoghi meno affollati potrebbero garantire, nello stesso tempo, una minore pressione sugli habitat e un maggior confort per il visitatore evitandogli la brutta sorpresa di constatare di essersi recato nel bel mezzo di un “parcheggio” piuttosto che in un luogo naturale.
    Nautica e Parchi possono cooperare per fare in modo che attraverso finanziamenti nazionali, regionali e comunitari, si possano sperimentare altre forme di fruizione del territorio all’insegna del perseguimento dello medesimo obiettivo: salvaguardare il patrimonio naturale fonte di ricchezza economica ed ecologica. Su questi temi verranno aperti nei prossimi mesi tavoli di lavoro specifici con l’obiettivo di trovare nuovi partner e nuove alleanze.