body-parcoinforma
  • A vela nel Parco, una gita in barca da Livorno a La Maddalena per scoprire e conoscere natura, storia e tradizione dell’Arcipelago


    Un progetto realizzato dall'Istituto nautico “G. Cappellini“ di Livorno, denominato “A vela nel Parco“ e finanziato dalla Regione Toscana e dalla Provincia di Livorno, ha visto alla fine di aprile una barca a vela con otto studenti e due professori ospiti del Parco Nazionale.

    Dopo essere salpata da Livorno in occasione dell‘inaugurazione del Villaggio della Vela del Trofeo Accademia Navale e Città di Livorno, l‘imbarcazione ha raggiunto La Maddalena il 25 aprile fino al 28 aprile ed è rimasta ormeggiata a Cala Gavetta. Nel suo itinerario, l’imbarcazione che ha accolto gli studenti dell’Istituto “G. Cappellini“ ha visto tra le tappe anche l’Isola di Capraia, nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, per poi toccare, nel suo viaggio di ritorno, le isole di Lavezzi nella Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio.
    L’obiettivo del progetto è trasmettere agli studenti la sensibilità ambientale e per il mare, un modo per avvicinarli, con il giusto approccio, al binomio ambiente-mare e scoprire realtà come il Parco di La Maddalena, e sensibilizzarli sulla conoscenza e il rispetto dell’ecosistema marino che tutti hanno il dovere di conservare, rispettare e mantenere per trasmettere alle future generazioni.
    Dopo essere stato impegnato con un biologo del Parco in una visita guidata alla isole minori nella prima giornata, in quella dedicata alla visita al CEA di Stagnali il gruppo è stato accompagnato dal personale del Parco in una visita davvero speciale ai Musei del Parco e al Centro Ricerca Delfini. Lucia Spanu, responsabile del Museo del mare e dellea tradizioni marinaresche, ha raccontato nel Museo del mare gli episodi più significativi della storia maddalenina, mentre Ennio Santoro, dell’Associazione ”G. Cesaraccio”, ha intrattenuto la scolaresca con le informazioni essenziali per conoscere ambiente e morfologia dell’Arcipelago; dopo aver visitato il Compendio garibaldino con l’accompagnamento esclusivo di una guida della Casa Museo, i ragazzi hanno assistito con grande interesse ad una lezione di Irene Galante, coordinatrice del Centro Ricerca Delfini (CTS/Parco Nazionale).
    In un’intera giornata passata a conoscere e ad approfondire tematiche di ambiente e cultura direttamente legate al Parco, gli studenti livornesi hanno dimostrato maturità, una straordinaria sensibilità e un ottimo spirito di gruppo.
    Vivere in barca significa infatti trovarsi in un luogo ristretto dove il contatto tra le persone è frequente, quindi rispetto, tolleranza e considerazione degli altri sono atteggiamenti fondamentali per la riuscita della crociera, in questo senso si crea una occasione per gli studenti di diventare più responsabili in barca come nella vita: un’esperienza unica, di cui i ragazzi sembrano aver fatto tesoro e di cui porteranno per sempre il ricordo nel cuore.