body-parcoinforma
  • Geologia e mineralogia tra le attività educative dell’Associazione Cesaraccio


    Si sta svolgendo presso il Museo geo-mineralogico naturalistico del Parco Nazionale, il progetto voluto dalla Provincia Olbia-Tempio e dal Parco Nazionale di La Maddalena, finalizzato all’Educazione Ambientale, alla conoscenza della geologia, mineralogia e storia della nostra terra e dedicato alle scuole elementari e medie di La Maddalena e della Sardegna che stanno visitando il Museo.

    Il lavoro che l’Associazione Cesaraccio sta realizzando riguarda: Visita alla struttura museale con spiegazione della storia geologica della nostra terra e del materiale esposto. Dalla pietra alla sabbia, dai minerali alle meteoriti, l’uso delle rocce e dei minerali da parte dell’uomo. La pietra usata per costruire le nostre case, i monumenti, le strade i ponti etc. La vita degli Scalpellini, veri maestri nel creare con la pietra opere d’arte.
    Spiegazione ai ragazzi come è nata la nostra terra e di cosa e fatto il suolo che giornalmente calpestiamo, accompagnandolo fino ad esplorare un mondo sconosciuto ai più e visibile solo con l’ausilio di un microscopio.
    Il microscopio risulta fondamentale per poter osservare quel mondo invisibile che affascina gli studiosi ed i ricercatori e che da le soddisfazioni più grandi in termini di conoscenza e rarità. Visita alle vecchie cave dismesse di Cala Francese per osservare le rocce e i minerali nel loro ambiente naturale. Percorso e cenni storici sulla vita degli scalpellini a cura dell’Associazione Italia Nostra sez. di La Maddalena che illustra il sito divenuto di importanza Comunitaria e inserito nel Parco Geominerario della Sardegna.
    Tutte le fasi dell’attività vengono illustrate durante gli incontri con gli insegnanti, i quali sono coinvolti assieme ai ragazzi e ai responsabili del museo, nella realizzazione di questo progetto. Le visite guidate, già collaudate negli anni, sono state studiate in modo da dare non solo delle informazioni generali, ma anche strumenti e metodi che portano alla conoscenza del mondo naturale, storico e paesaggistico presente lungo il percorso. La guida illustra volta per volta le aree visitate, coinvolgendo i bambini con domande mirate e stimolando la loro curiosità e il loro senso critico con un approccio ed un linguaggio adeguati all’ età.