body-parcoinforma
  • NaturaPark: Echinaster sepositus


    Stella marina con superficie dorsale (aborale) di colore rosso splendente, mentre quella inferiore (orale) è più chiara. Le cinque braccia, uguali, sono punteggiate da lievi depressioni; il diametro massimo è nell’ordine dei 25 cm.
    Si muove sul fondo per mezzo dei pedicelli ambulacrali, azionati da un complesso sistema acquifero, che regola anche i movimenti delle braccia flessibili.
    Vive sulle pareti rocciose e nelle praterie marine, in presenza di poidonia oceanica, a partire da 8-10 m di profondità fino a 200 m. La sua dieta è prevalentemente carnivora ed è costituita da spugne, vermi, molluschi, occasionalmente piccoli ricci e detriti. In particolare questa stella marina ha la capacità di forzare le conchiglie dei bivalvi e di estroflettere lo stomaco all’interno del guscio dei molluschi riuscendo a cibarsene.
    All’estremità di ogni braccio trova posto un gruppo di fotorecettori che appare come un punto rossastro: sono rudimentali organi della vista che servono a percepire l’intensità della luce e, come tutte le stelle marine predilige l’oscurità. La riproduzione è asessuata e avviene per uova a sviluppo diretto; durante il periodo estivo i maschi si raggruppano intorno alle femmine, le quali emettono le uova, che restano a galleggiare nell’acqua. Da quelle fecondate nasce una larva trasparente di forma allungata che trascorre alcune settimane nuotando liberamente, prima di trasformarsi nello stadio successivo e fissarsi sul fondo.
    Quando la piccola stella di mare inizia la sua vita bentonica ha ancora le braccia appena accennate, pochi e grandi pedicelli e scarse piastre scheletriche, ma poco alla volta si accresce e si trasforma in un adulto completo.
    Questo organismo non è protetto da Leggi particolari, ma necessita di salvaguardia per il prelievo indiscriminato che i bagnanti fanno per il solo gusto di fotografarlo o portarlo a casa per seccarlo.
    Ricordiamo che vigono le normative del Parco Nazionale che vieta la raccolta di specie marine se non preventivamente autorizzati.