body-parcoinforma
  • Il Rotary Club Costa Smeralda e il Parco nelle scuole. Per proteggere la nostra acqua.


    Quando il Parco ha deciso di finanziare il progetto promosso dal Rotary Club, finalizzto alla realizzazione di un libricino illustrato che spiegasse ai più piccoli l’importanza della risorsa acqua, non immaginava di riscquotere così tanto successo. D’altronde comunicare i valori, le speranze e gli obiettivi promossi dal Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, come quelli connessi con la conservazione e la tutela della risorsa acqua non è solo un piacere, ma è anche e sopratutto un nostro dovere.
    Certo è che i bambini hanno risposto in maniera entusiasmante a questa iniziativa promossa dal Rotary Club che ha curato tutti i dettagli del libro, corredando la distribuzione dello stesso con una interessante presentazione che è stata illustrata nelle scuole elementari di La Maddalena e poi riprosta per le scuole della Gallura. Noi siamo convinti che i bambini debbano essere i protagonisti del Parco, pertanto inviatiamo le scuole a prendere contatto con i nostri uffici per concordare azioni di educazione ambientale che siano ritagliate sui progetti e i programmi proposti in classe dalle insegnanti.
    Che bello vedere tutte quelle mani alzate che continuavano a fare domande, a chiedere consigli su come non sprecare l’acqua e soprattutto a riportare le loro preziose esperienze di vita... questi bimbi cresciuti in un’isola, di esperienze connesse ad espisodi di deturpamento e inquinamento, anche rispetto al mare, ne hanno da raccontare per intere giornate...
    Per noi vale la pena ascoltare queste piccole voci e rassicurare le loro preoccupazioni con i fatti.
    Finanaziare il libro del Rotary Club e fiancheggiare la referente del progetto per La Maddalena, la signora Fulvia Orecchioni, è stato un primo passo per portare il Parco nelle classi, di fronte agli alunni, al fianco dei docenti, ma siamo consapevoli del fatto che il percorso è ancora tutto da scrivere e ci stiamo già rimboccando le maniche per affrontare l’anno scolastico 2010/2011 con nuovi progetti di educazione ambientale.