body-parcoinforma
  • Pulizie di inizio estate con ”Adotta una spiaggia” e ”Parco Aperto 2010”


    Armati di cappellini e magliette offerti dalla Conservatoria delle coste della Regione Sardegna, non sono passati inosservati i ragazzi e gli insegnanti delle scuole medie provenienti da tutta l’isola, che si sono ritrovati a La Maddalena, il 28 e 29 maggio scorso, per le giornate conclusive della manifestazione “Adotta una spiaggia”.

    L'evento è stato programmato nell’ambito delle iniziative organizzate per le tre giornate dedicate alla biodiversità in concomitanza con la terza edizione della Giornata Europea del Mare, giornata celebrativa della tutela del mare e dell'ecosistema. Anche l’Ente Parco è rimasto soddisfatto per la buona riuscita dell’evento fornendo il proprio supporto logistico e organizzativo, durante lo svolgimento delle attività di educazione e sensibilizzazione ambientale per i circa quattrocento giovani studenti che hanno partecipato al progetto. Dalle 16 alle 19 alcuni collaboratori dell'ufficio stampa e comunicazione e degli uffici ambiente e tecnico del Parco, oltre a quattro educatori del CTS e della società "Naturalia", hanno fornito un prezioso supporto per intrattenere le scolaresche con attività di rimozione di piccoli rifiuti dagli arenili circostanti il complesso di Stagnali, nell'isola di Caprera, e di educazione ambientale. Grazie, infatti, anche alla partecipazione dell'Associazione "Cesaraccio" e della sezione maddalenina di "Italia Nostra", le strutture museali del Centro di Educazione Ambientale e il Centro Ricerca Delfini sono rimaste aperte per l'occasione. Fondamentale per la riuscita della manifestazione anche il contributo del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale. L'iniziativa "Adotta una spiaggia si ispira all’articolo 29 della Convenzione sui diritti dell’infanzia, che invita a “sviluppare nei ragazzi il rispetto dell’ambiente naturale”. Promuovere un'azione d’informazione ed educazione ambientale può aiutare a far diventare i più piccoli, sin da ora, dei cittadini consapevoli attraverso la conoscenza e il senso di appartenenza verso il proprio territorio.
    Sempre nell’ambito delle manifestazioni previste in occasione dell’evento ”Parco Aperto 2010” il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena ha organizzato domenica 23 Maggio scorso un intervento di pulizia dei litorali.
    Guanti, sacchetti e tanta buona volontà per restituire alla natura spazi brutalmente segnati dalla presenza dell’uomo. L’intervento si è concentrato in particolare sulla spiaggia di Cala d’Alga sull’isola di Spargi, sito particolarmente segnato dal deposito di materiale portato dalle correnti. I rifiuti raccolti sono stati depositati presso il Centro di educazione ambientale di Stagnali dove sono stati smaltiti grazie alla collaborazione dell'Amministrazione comunale di La Maddalena. L’Ente Parco ringrazia per la partecipazione e la collaborazione nelle attività della giornata l’associazione “Liska”.
    ”Parco Aperto 2010” è stata un’iniziativa che ha riguardato tre giornate in ciascuna delle quali è stato festeggiato un evento importante: il 22 maggio la Giornata mondiale della biodiversità, il 23 maggio la Giornata “Natura aperta” del Ministero dell’ambiente e il 24 maggio la Giornata europea dei Parchi. Grazie alla collaborazione con l’Associazione "Cesaraccio", il CTS e Italia Nostra, le strutture del Centro di Educazione Ambientale (CEA) di Stagnali - Museo Geomineralogico, Museo del Mare e Centro Ricerca Delfini - sono rimasti aperte al pubblico dalle 9 alle 18 con visite guidate ed altre iniziative.