body-parcoinforma
  • Il futuro GECT PMIBB al centro delle giornate di studio della rete europea “NOSTRA”


    Si è svolto il 3 e il 4 ottobre scorso l’incontro dei delegati rappresentanti dei soggetti istituzionali firmatari del protocollo della rete internazionale del progetto NOSTRA (Network Of STRAits), del quale è partner anche l’Ente Parco. Sedici istituzioni rappresentative di otto stretti marini ricadenti all’interno di paesi aderenti all’Unione europea sonostate coinvolte in una “study visit” con l’obiettivo di confrontarsi e condividere le “buone pratiche” di governance del territorio adottate dall’Ente, oltre a scoprire le valenze culturali e ambientali del Parco. Ha inaugurato la due giorni di studio a Stagnali il Vicepresidente del Parco Luca Montella con una relazione introduttiva e saluti istituzionali, mentre della trattazione delle specifiche tematiche oggetto di confronto si è occupato il Direttore Vittorio Gazale, presentando ai soggetti aderenti alla rete il sistema di proficue relazioni con i partner transfrontalieri dell’OEC (Office de l’environnement de la Corse) e puntando in particolare l’attenzione sul tema del Parco marino internazionale delle Bocche e del percorso istitutivo del GECT (Gruppo europeo di cooperazione territoriale), che unirà le due aree protette con la creazione di una struttura dedicata alla cooperazione permanente. L’esperienza congiunta accumulata nel corso degli ultimi anni grazie alla pluriennale collaborazione tra i due “parchi gemelli” che si affacciano sulle Bocche di Bonifacio ha offerto una significativa base di studio e spunto di riflessione per tutti i partner della rete: la presentazione del Direttore del Parco è stata infatti seguita da due interventi dell’équipe dell’OEC che si occupa del Parco marino internazionale e del futuro GECT: Gianluigi Cancemi e Marianne Laudato. Il programma della visita di studio in Sardegna dei soggetti istituzionali della rete “NOSTRA” ha visto anche alcuni incontri introduttivi presso il Parco di Porto Conte, il 2 ottobre, e momenti dedicati alla conoscenza del territorio: gli impegni dei delegati sono proseguiti nella giornata del 5 ottobre a Bonifacio. Pas-de-Calais, County Council, Kent County Council, Provincia di Messina, Provincia di Reggio Calabria, Kvarken Council, Provincia di Trapani, Danube Delta National Institute, Harju County Government, Uusimaa Regional Council, Provincia di Lecce, Vlöra Regional Council, Region Zealand, County of Ostholstein, Office de l’Environnement de la Corse e Provincia di Sassari: questo l’elenco delle istituzioni aderenti al progetto “NOSTRA” – che è finanziato nell’ambito del programma dell’Unione europea INTERREG IVC – in rappresentanza degli stretti di Dover, di Messina, il Kvarken, lo Stretto di Sicilia, il Golfo di Finlandia, lo Stretto di Otranto e il Fehmarnbelt. Gli obiettivi generali del protocollo d’intesa siglato tra tutti i soggetti aderenti alla rete mirano ad ottenere il riconoscimento del particolare significato di “stretto europeo” nelle politiche per l’integrazione e in particolare nei programmi europei per la gestione dei fondi strutturali nel periodo 2014-2020.