body-parcoinforma
  • NaturaPark Narcissus serotinus L. pianta della Famiglia: Amaryllidaceae


    Il narciso autunnale è una pianta bulbosa erbacea perenne, gracile con foglie e scapo fiorale sottile e lungo 15/20 cm.; ha sei petali bianchi delicatamnte profumati, una corona centrale color arancio e una capsula con 3 valve. Il bulbo è ovoidale del diametro fino a 3 cm, con tuniche bruno-nerastre che arrivano a ricoprire l’esile fusto fino alla base dello scapo; le foglie sono al massimo due e generalmente vengono emesse in primavera. Narcissus serotinus L. Narcissus: dal greco nàrkissos o narkào (= stordisco) Serotinus: dal latino serus = (tardo), per la fioritura tardiva (autunnale). Per le sue ridotte dimensioni spesso sfugge all’osservazione; lo si rinviene in luoghi aridi e sassosi, pratelli nel cisteto anche nelle isole minori dell’Arcipelago, non lontano dalla costa. In alcuni siti questa specie si rinviene associata ad esemplari simili ma con più fiori (3-8) e con foglie talora presenti già alla fioritura, riconducibili, secondo alcuni autori, a Narcissus elegans (Haw) Spach.) da “Flora dell’Arcipelago di La Maddalena” di Giovanni Cesaraccio. Il bulbo del Narciso contiene un alcaloide velenoso - la narcisina - che provoca, se ingerito accidentalmente, disturbi neuronali e infiammazioni gastriche negli animali al pascolo o nell’uomo e, se non curato in meno di 24 ore, può provocare la morte. La fioritura avviene da settembre a novembre. La specie è presente in tutto il territorio del Parco Nazionale e, come tale, è protetta dalle normative dell’Ente Parco Nazionale che ne vietano il prelievo.