body-parcoinforma
  • Concorso “Natura e poesia”, premiati i vincitori del festival


    Una serata all’insegna della poesia per il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena e l’associazione FestinaLente: a fine agosto, nei locali del salone consiliare del Comune di La Maddalena, sono stati premiati i vincitori della prima edizione del festival “Natura e poesia”. Il pubblico, davvero numeroso, ha tributato un plauso alla creatività e alle sensibilità espresse da tutti i partecipanti alla manifestazione. L’idea del festival è nata con l’intento di creare un’occasione per far conoscere e apprezzare il mondo della poesia come filosofia di vita e risorsa culturale, nonché per promuovere l’amore e il rispetto per la natura. Il concorso – aperto alla partecipazione di concorrenti di tutte le età, con una sezione specifica per i ragazzi fino a 18 anni – ha visto la partecipazione di 11 juniores che hanno presentato elaborati esclusivamente in lingua italiana, 31 seniores in lingua italiana e 4 elaborati prodotti in dialetto maddalenino. Le poesie inedite sono state valutate da una commissione competente composta da Gavino Canopoli, Gianfranco Impagliazzo, Paolo Sorba (italiano), Renzo de Martino, Antonio Conti, Lucia Spanu (maddalenino). «Un’occasione importante per tutta la comunità maddalenina – ha spiegato il presidente del Parco Giuseppe Bonanno nell’introdurre i vincitori della manifestazione – ma soprattutto un’opportunità per valorizzare tante esperienze di poeti “nascosti”: l’esigenza inespressa di scrittura della nostra città è riuscita infatti a trovare, nel binomio natura e poesia, una possibilità concreta per raccontare il territorio, la sua bellezza e le sue particolarità. L’Ente Parco e l’associazione FestinaLente hanno voluto dare espressione a tale necessità con risultati significativi. L’obiettivo per il futuro dev’essere quello di dare continuità alla manifestazione e possibilmente allargarne gli spazi espressivi magari anche alla musica, che rappresenta un altro grande luogo di socialità e narrazione dell’ambiente e del territorio». Assente alla cerimonia di premiazione della manifestazione per impegni già assunti in precedenza, il direttore del Parco Mauro Gargiulo ha voluto comunque commentare il risultato della prima esperienza del Festival: «I risultati nella partecipazione alla manifestazione – spiega Gargiulo – ci dicono che abbiamo avviato un percorso importante dando voce a un’esigenza che evidentemente era nell’aria. Ringraziamo tutte le persone che hanno collaborato alla riuscita della manifestazione ma soprattutto i partecipanti, che hanno provato a esporre attraverso la poesia un legame intimo con l’arcipelago, sul suo ambiente naturale, invitandoli a continuare nella loro opera». «Mi piace definire questa manifestazione come l’apertura di un “ottavo sentiero” metaforico, che ci aiuti a riavvicinarci al nostro territorio e tra di noi, dopo i sette felicemente inaugurati a Caprera qualche settimana fa – spiega Marina Spinetti dell’associazione FestinaLente – un “ottavo sentiero” verso un rinato e severo Umanesimo. Se ci saranno Bellezza e Salvezza per il nostro territorio saranno il prodotto del faticoso percorso di una comunità che ritroverà il senso estetico ed etico dello stare insieme e si innamorerà nuovamente del suo territorio. E in questo cammino la Poesia e l’immaginazione sono una necessità sociale. Perciò ancora più importante dell’aver stimolato la scrittura è stato l’averla condivisa nella bella festa di giovedì scorso». I vincitori: “BLACKPOINT” di Maria Madrau (Sezione Lingua italiana – categoria Seniores); “DIALOGHI” di Kamal Saba (Sezione Lingua Italiana - categoria Juniores). Nella sezione dialetto maddalenino ex aequo tra “LA LUNA E IL GABBIANO” di Domenico Battaglia e “VECCHJAIA” di Alba Leoni Marcia. Le poesie saranno pubblicate anche su “il ParcoInforma” a partire dal mese di ottobre.