body-parcoinforma
  • Spiaggia Rosa e Bassa Trinita multe salate per i trasgressori


    È stata pubblicata nella giornata del 3 agosto una nuova Ordinanza dell’Ente Parco sulla Spiaggia Rosa, che introduce sanzioni ben più severe di quella minima prevista dalla legge quadro sulle aree protette, sinora applicata dalle Forze dell’ordine: violare le disposizioni a tutela di una delle spiagge più famose al mondo non costerà più solo 50 euro, ma 900 euro. L’Ordinanza n. 4 del 03.08.2011 stabilisce che nell’area di Cala di Roto, denominata “Spiaggia Rosa”, nello specchio acqueo delimitato dalle seguenti coordinate geografiche: A: (Lat.= 41°16’.4 N; Long.=009°21’.5 E); B: (Lat.= 41°16’.7 N; Long.=009°21’.7 E); C: (Lat.= 41°16’.8 N; Long.=009°21’.5 E); D: (Lat.= 41°16’.7 N; Long.=009°21’.2 E), nonché nella fascia demaniale e nella parte terrestre sabbiosa compresa tra la linea dell’arenile e il sentiero, sono vietati: a) il prelievo, la raccolta, l’asportazione anche parziale, il danneggiamento delle formazioni litologiche, concrezioni e minerali, ivi inclusa la sabbia; b) il calpestio dell’arenile e il posizionamento sullo stesso di qualsiasi oggetto; c) la navigazione, il transito, l’ancoraggio e la sosta di qualsiasi unità navale; d) la pesca professionale, sportiva e l’attività di immersione subacquea, anche in apnea; e) la balneazione nel settore compreso tra la linea dell’arenile e le boe sferiche di delimitazione; f) l’alterazione diretta o indiretta, con qualsiasi mezzo, dell’ambiente bentonico e delle caratteristiche chimiche, fisiche e biologiche delle acque, nonché la discarica dei rifiuti solidi e liquidi ed in genere l’immissione di qualsiasi sostanza che possa modificare, anche transitoriamente, le caratteristiche dell’ambiente marino. Inoltre, al di fuori delle boe sferiche di delimitazione dello specchio acqueo sopra indicato, e nel rispetto delle disposizioni delle competenti autorità, nella fascia di 300 metri dalla costa è consentito esclusivamente il transito, con rotte il più possibile parallele alla costa e a velocità non superiore ai 3 (tre) nodi, di imbarcazioni e natanti da diporto, nonché delle unità da traffico autorizzate. Anche nell’area di Bassa Trinita è in vigore un’Ordinanza che introduce multe salate per chi cammina sulle dune: la violazione delle regole comporta infatti l’elevazione di sanzioni amministrative pari a € 300, € 600, € 900, a seconda della tipologia di infrazione.