body-parcoinforma
  • I saluti del Presidente Bonanno al nuovo vice-presidente Montella


    Si conclude con l’elezione del Consigliere provinciale Luca Montella alla carica di Vice presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena la composizione di tutte le cariche istituzionali previste dallo statuto dell’Ente di Via Giulio Cesare. L’elezione, conclusa con un’ampia adesione da parte dei membri del consiglio direttivo del Parco, definisce e completa il quadro dell’architettura istituzionale dell’Ente. Il percorso che ha portato alla nomina del vicepresidente rappresenta una soluzione di sintesi condivisa dal Consiglio e supportata dal Presidente Giuseppe Bonanno. La nomina della vicepresidenza è avvenuta, così come previsto dallo statuto, al momento della completa composizione dell’intero Consiglio direttivo. Si è infatti dovuto attendere la nomina ufficiale dei rappresentanti del territorio indicati da Provincia, Regione e amministrazione comunale prima di poter procedere all’elezione della carica di vice presidenza. Il Consigliere provinciale Luca Montella, preso atto di una sostanziale convergenza da parte del Consiglio direttivo nell’individuare nella sua figura una sintesi delle diverse opzioni in campo, ha sciolto le riserve mettendo a disposizione il suo nome che è stato poi concretamente sostenuto nelle fasi di votazione. «Dopo anni di attesa – sottolinea il Presidente Giuseppe Bonanno – si conclude l’iter di costituzione degli organi di gestione dell’ente. Abbiamo dovuto aspettare l’insediamento della parte restante del consiglio direttivo (quella nominata da provincia, regione e comune) per poter procedere alla nomina del vice presidente. Sono stato io ad inizio seduta a chiedere a Luca la disponibilità per ricoprire suddetto incarico percependo un orientamento diffuso da parte del Consiglio. Con l’accettazione da parte sua, la votazione è stata praticamente unanime. Sono convinto che Luca saprà darmi quel supporto e quel valore aggiunto che certamente implementerà i buoni risultati fin qui conseguiti dalla gestione degli ultimi anni. Un rapporto forte e strutturato con la collettività locale e l’amministrazione provinciale porterà sicuramente a ottimi risultati».