body-parcoinforma
  • Progetto Gionha, il Parco al seminario di metà percorso


    Si è svolto mercoledì 6 ottobre a Genova, all’interno del Salone Nautico, il seminario di metà percorso del GIONHA (Governance and Integrated Observation of Marine Natural Habitat) dedicato ai programmi di conservazione ambientale messi in atto nell’ambito del progetto omonimo. All’incontro hanno partecipato, in qualità di partner, la Regione Liguria, l’Arpat Toscana, la Provincia di Livorno, l’Office de l’Environement della Corsica e la Regione Sardegna. Durante l’incontro è stato descritto lo stato di avanzamento delle azioni che ognuno dei partner conduce in riferimento agli obiettivi prefissati: dalla gestione dei rifiuti marini al di sotto dei 50 metri al monitoraggio della posidonia, passando per il censimento delle rotte del tursiope all’interno del Santuario dei Cetacei. Per l’occasione la Regione Sardegna ha affidato al Parco di La Maddalena il compito di illustrare i risultati finora ottenuti dalla Rete regionale per la conservazione della fauna marina. Questa, anche se operativa a partire dal 2005, ha infatti avviato le proprie attività di formazione e comunicazione grazie alle risorse messe a disposizione dal GIONHA organizzando workshop e campagne di sensibilizzazione sul territorio regionale. La relazione ha dunque descritto le attività di recupero delle tartarughe marine e dei cetacei in Sardegna dando informazioni sulla struttura e sul funzionamento della rete, fornendo i dati riguardanti gli spiaggiamenti e i recuperi dell’ultimo quadriennio e sostenendo l’importanza di tale strumento tra le strategie di conservazione che operano nel Santuario Pelagos. L’incontro dei partner si è chiuso giovedì 7 ottobre con la riunione del comitato di pilotaggio del progetto che ha dato appuntamento a tutte le istituzioni coinvolte per il seminario tematico che si terrà proprio in Sardegna entro il mese di maggio del prossimo anno.