body-parcoinforma
  • In breve... Le altre notizie di novembre e dicembre


     Mobilità internazionale: il Parco in movimento con il progetto Youth all together on board Dalla mobilità internazionale arrivano nuove opportunità per i giovani di La Maddalena, grazie al progetto Youth all together on board, proposto dall’associazione TDM 2000 in collaborazione con il Parco e l’amministrazione comunale di La Maddalena. L’incontro di presentazione delle occasioni formative per i giovani in età compresa tra i quindici ed i trenta anni si è tenuto nei locali della Biblioteca comunale in via Regina Margherita, lo scorso 15 novembre. Sensibilizzazione, informazione e formazione: questi sono gli obiettivi dei seminari tenuti dagli esperti dell’associazione TDM 2000 che nel corso degli ultimi mesi stanno attraversando le principali città della Sardegna nell’ambito del progetto di attuazione del “Piano Straordinario a favore dei giovani e degli adolescenti” finanziato dalla Regione Sardegna e che l’Ente Parco ha avuto il piacere di sostenere e accogliere. A partire dalla valutazione sui dati dell’alta disoccupazione giovanile dell’isola, il progetto mira ad analizzare le necessità formative di giovani in età compresa tra i 15 e 30 anni offrendo loro una risposta concreta di nuove opportunità di formazione, lavoro e volontariato all’estero attraverso l’utilizzo dei Programmi operativi mirati proposti dall’Unione europea. Le attività del seminario sono state incentrate prevalentemente sull’uso di quelle che vengono definite dagli operatori “tecniche di educazione non formale”, che hanno cioè lo scopo di promuovere il confronto sui valori della cittadinanza attiva, del rispetto della legalità, delle politiche giovanili, del dialogo interculturale e della partecipazione allo sviluppo della società. La proposta formativa dell’associazione TDM 2000 intende inoltre presentare le possibilità offerte ai giovani dai programmi di mobilità internazionale all’interno dell’Unione Europea. Obiettivo primario del progetto è infatti favorire la creazione di una rete regionale di associazioni locali e di formare operatori giovanili pronti ad operare all’interno della propria comunità per promuovere continuamente sul territorio le occasioni offerte dall’Europa.  Progetto PMIBB Pochi giorni prima della riunione del “Réseau Caulerpe” del 30 novembre scorso (l’articolo è a pagina 2), sempre presso la sede dell’Office de l’Environnement de la Corse (OEC) a La Rondinara (Bonifacio), si era svolta la sesta riunione del comitato di pilotaggio del progetto PMIBB. Se le attività del progetto proseguono come previsto dal programma, per la firma della convenzione che istituirà il GECT - la struttura permanente di cooperazione tra l’Ente Parco e l’OEC - occorre sempre attendere il via libera da parte degli organi competenti, ossia la Presidenza del Consiglio dei ministri italiani, mentre da parte francese è già arrivata l’autorizzazione. Il GECT sarà una struttura comune che consentirà di gestire risorse comunitarie da investire sui territori e rafforzare il legame che unisce le due aree protette da oltre dieci anni.