body-parcoinforma
  • Nominati i membri della giunta esecutiva del Parco: sono tutti madddalenini


    L’Ente Parco completa la sua architettura amministrativa con la nomina dei componenti della Giunta esecutiva. Il Consiglio direttivo dell’amministrazione di via Giulio Cesare, nella sua seduta di novembre, ha eletto Pietro Dettori, Roberto Ugazzi e Agostino Bifulco quali membri della Giunta esecutiva, ai quali vanno ad aggiungersi come membri di diritto, così come previsto dallo statuto dell’Ente, il Presidente Giuseppe Bonanno e il Vicepresidente Luca Montella. Il Consiglio direttivo dell’Ente Parco, dando prova di massima apertura verso l’intera Comunità del Parco, ha optato per l’elezione di ben due membri su tre provenienti dai cinque componenti del Consiglio direttivo indicati da tale organo, del quale fanno parte il Sindaco di La Maddalena, il Presidente della Provincia di Olbia-Tempio e il Presidente della Regione. La Giunta così composta vede la presenza di soli maddalenini all’interno dell’organo istituzionale, segno di un’esplicita attenzione alle questioni e alle problematiche locali verso le quali il Parco, come già fatto in passato, vuole contribuire con grande attenzione, lavorando alla predisposizione di misure che, per quanto di competenza dell’Ente, apporteranno un valido contributo alla situazione dell’intero territorio dell’Arcipelago. L’elezione dei tre consiglieri, che insieme al Presidente Bonanno al Vicepresidente Montella presteranno la loro disponibilità senza alcun tipo di remunerazione, rappresenta una sintesi condivisa dalla maggioranza dei membri del Consiglio. Il Presidente Giuseppe Bonanno si è detto soddisfatto per il senso di responsabilità offerto dall’intero Consiglio di amministrazione dell’Ente: Come del resto sta avvenendo drammaticamente nel resto del Paese in queste ore – spiega Bonanno – si è trovato un equilibrio tra tutti i soggetti coinvolti con senso di responsabilità, efficace capacità di sintesi e disponibilità a lavorare per il bene comune e la salvaguardia del nostro patrimonio ambientale: proprio il raggiungimento di un consenso tra le varie componenti del Consiglio direttivo rappresenta la dimostrazione di un senso di responsabilità che non può fare altro che portare vantaggi all’intera comunità di La Maddalena.