body-parcoinforma
  • Fondo europeo per la pesca (FEP): nasce il Gruppo di azione costiera (GAC) del Nord Sardegna


    Il Parco Nazionale partecipa al bando di attuazione della misura 4.1 del Fondo Europeo per la Pesca che mette a disposizione per lo sviluppo del settore nella regione Sardegna circa 1.300.000 euro da destinare al potenziamento o al recupero delle categorie lavorative, delle infrastrutture, della formazione e dei sistemi di governance.
    Il bando è rivolto a gruppi di espressione delle realtà socio-economiche del territorio che comprendano un numero di abitanti non inferiore a 30.000 e un numero di occupati nella pesca e e nelle attività connesse non inferiore al 2%. Per questa ragione Il Parco di La Maddalena e il Comune di La Maddalena hanno aderito al Gruppo di Azione Costiera che, sotto la guida della Provincia di Sassari e della Provincia di Olbia-Tempio, ha unito con un protocollo d’intesa comuni, provincie, parchi, associazioni di categoria e operatori socio-economici del Nord Sardegna. Il GAC avrà come primo scopo quello di candidare l’area interessata al bando FEP (fondo europeo della pesca) ma la sua costituzione sarà utile in futuro per la gestione del comparto e l’adozione di strumenti di coordinamento tra le marinerie. Per il primo obiettivo il gruppo ha già messo in campo un piano d’azione che, tra gli altri, prevede al suo interno tre diversi interventi sul territorio maddalenino: un progetto di formazione per gli operatori del settore pesca della costa settentrionale, uan progetto di educazione ambientale per la diffusione della cultura del mare e della biodiversità e uno per l’adozione di un marchio di tracciabilità  sul pescato proveniente dalle aree protette (Parco nazionale di La Maddalena, Parco nazionale dell’Asinara, Parco regionale di Porto Conte e Area Marina Protetta di Capo Caccia). Il termine per la presentazione della domanda è fissato al trenta novembre prossimo; da quella data in poi il GAC lavorerà sul reperimento di nuovi fondi e la creazione di nuovi strumenti con lo scopo di sostenere un comparto produttivo fondamentale per il rilancio del settore primario del Nord Sardegna.