body-parcoinforma
  • Rubrica gli endemismi del Parco


    La Scrofularia di Sardegna è una pianta erbacea perenne, ampiamente diffusa nel bacino Tirrenico, che raggiunge le dimensioni fino a 150 cm; la si rinviene in luoghi rocciosi degradati, discariche di vecchie cave di granito o in prossimità di ruderi militari. La fioritura inizia nel mese di aprile e si protrae sino a giugno inoltrato.
    “Radici fibrose e fusto eretto, tetragono, ramoso. Foglie dentate, con 3-5 segmenti ovali o lanceolati, con lobo centrale maggiore degli altri. Fiori in cime dense, fogliose, su lunghi peduncoli glabri; calice (3-6 mm) a lobi arrotondati e con margine scarioso. Corolla tubulosa (10-15 mm) giallo-verdastra o rosea-porporina a lobi arrotondati. Capsula ovato-conica, acuminata; semi scuri (1-1,5 mm) oblunghi, alveolati.” Quaderni Naturalistici G. Cesaraccio.
    Specie endemica presente in Sardegna, in Corsica e le isole di Gorgona e Montecristo nell’Arcipelago Toscano; la si rinviene dal livello del mare fino a 1000 mt di quota.