body-parcoinforma
  • Garibaldi


    I SENTIERI DI CAPRERA N. 6 POGGIO ZONZA

    Per raggiungere il punto di inizio del sentiero n.

    «Il “Garibaldi“… alla scoperta di Garibaldi agricoltore»

    È questo il titolo del progetto di educazione ambientale che, riprendendo scopi e filosofia delle attività sinora svolte sull’argomento anche grazie alla collaborazione dell’Istituto internazionale di studi “G.

    Garibaldi Agricoltore, progetto per il rilancio di Caprera

    Il progetto del Parco su Garibaldi Agricoltore s’inserisce, nell’ambito delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Ital, in un complesso ed articolato sistema di valorizzazione volto a celebrare la figura dell’Eroe, condottiero e pragmatico e coscienzioso agricoltore, immerso in una Natura non sempre generosa, che seppe conoscere ed assecondar

    Garibaldi Agricoltore, il progetto del Parco presentato dal Direttore Gargiulo a Pisa al convegno “Life 2020”

    In occasione dell’ultima giornata del convegno “Life 2020”, dedicata al tema del paesaggio, il Direttore del Parco Mauro Gargiulo ha parlato di fronte ad un’ampia platea di esperti in materia del progetto del Parco su “Garibaldi Agricoltore”. La presentazione si è svolta lo scorso 16 giugno nella sede del Parco Regionale di Migliarino.
    Il progetto dell’Ente Parco di La Maddalena, sviluppato congiuntamente all’Istituto Internazionale di Studi “Giuseppe Garibaldi”, si propone di offrire ai visitatori un Compendio il più vasto ed interessante possibile, presentando garibaldino aspetti inediti dell’Isola di Caprera e del suo Generale, ignoti ai più. Fu proprio qui, infatti, che Garibaldi, dissodando la terra e documentandosi in modo scientifico su ogni aspetto della vita agricola, ritrovò un’inaspettata tranquillità e riflessività da cui nacque l’idea di unità nazionale.
    Il progetto del Parco prevede innanzitutto il ripristino delle principali produzioni agricole del Compendio secondo una ricostruzione la più fedele possibile dei luoghi, delle tecniche e dei terreni ai quali il Generale si dedicò per quasi trent’anni.