body-parcoinforma
  • Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT)


    Zavagli, novità in arrivo per la Casa del Parco futura sede del GECT

    Prende corpo nell’ufficio tecnico del Parco il progetto - realizzato nel quadro del programma “Marittimo” Italia-Francia 2007-2013 e in accordo con l’OEC (Office de l’environnement de la Corse, Ufficio ambiente della Corsica) - per il recupero della batteria di Zavagli sull’isola di Spargi, destinata ad accogliere la sede legale del GECT Parco Marino Internaz

    Verso il GECT PMIBB, cooperazione tra Ente Parco e OEC per presentare le nuove regole sulla pesca nella Riserva delle Bocche

    Proseguono le attività di collaborazione tra il Parco di La Maddalena e la Riserva naturale delle Bocche di Bonifacio nell’ambito del progetto PMIBB: nei mesi di settembre e ottobre si sono infatti tenuti vari incontri tra il personale delle due aree protette.

    Monitoraggio delle caulerpe, una rete comune tra il Parco di La Maddalena e la Riserva delle Bocche

    Le attività di cooperazione tra il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena e la Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio, definite dagli obiettivi del progetto PMIBB, continuano anche nell’ambito dei monitoraggi dei fondali delle due aree protette e, in particolare, con l’estensione al Parco di La Maddalena del “Réseau Caulerpes” (Rete Caule

    Il futuro GECT PMIBB al centro delle giornate di studio della rete europea “NOSTRA”

    Si è svolto il 3 e il 4 ottobre scorso l’incontro dei delegati rappresentanti dei soggetti istituzionali firmatari del protocollo della rete internazionale del progetto NOSTRA (Network Of STRAits), del quale è partner anche l’Ente Parco.

    Verso il GECT “Parco marino internazionale delle Bocche di Bonifacio”

    Un’area bio-geografica unica, caratterizzata da importanti corrispondenze e da un comune sistema ambientale, naturalistico e culturale: questo il punto di partenza dal quale, già a partire dalla seconda metà degli anni ottanta, si era partiti per provare a definire i margini e i confini di collaborazione e partenariato tra l’Arcipelago di La Maddalena (quando ancora l&

    Giuristi per l'ambiente e Parco a confronto sulle prospettive future per il Parco marino internazionale

    Un momento di confronto e approfondimento tra professionisti del settore nella due giorni dedicata al Parco marino internazionale delle Bocche di Bonifacio con il convegno dal titolo “Il Parco internazionale delle Bocche di Bonifacio.

    Progetto PMIBB: l’Ente Parco fa chiarezza: il GECT non è il Parco marino internazionale, ma ad esso si ispira

    Dopo voci e timori ingiustificati, il Presidente Bonanno ha rilasciato una lunga intervista a Radio Arcipelago riguardante il GECT PMIBB (Gruppo europeo di cooperazione territoriale - Parco marino internazionale delle Bocche di Bonifacio), la nuova istituzione che porterà nuovi fondi comunitari sul territorio.Delle dichiarazioni, disponibili su YouTube (http://www.youtube.com/watch?v=QOdN5pxXf7M) riportiamo di seguito una brevissima sintesi.

    Parco Marino Internazionale, verso l'istituzione del Gect

    Il ministro dell’ambiente francese, Nathalie Kosciusko-Morizet, ha annunciato che l’iter burocratico riguardante l’istituzione di un Gruppo europeo di cooperazione territoriale (GECT) tra il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena e l’Office de l’Environnement de la Corse – ente gestore della Riserva naturale corsa delle Bocche di Bonifacio &nda

    Bocche di Bonifacio, petroliere sotto controllo

    L’emergenza ambientale causata dalla fuoriuscita di materiale inquinante dallo stabilimento E.On di Fiume Santo e le notizie divulgate a mezzo stampa sul transito delle petroliere e su presunte pratiche illecite nelle Bocche di Bonifacio – seppur del tutto prive di fondamento – riportano l’attenzione su uno dei temi strategici intorno al quale il Parco Nazionale dell&rsq

    Il Parco in rete...tra Corsica e Sardegna

    Procede a passo spedito il progetto ReTraParc, la Rete Transfrontaliera dei Parchi del nord Sardegna e della Corsica che coinvolge il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, il Parco dell’Asinara, il Parco regionale di Porto Conte, l’Office de l’Environnement de la Corse – ente gestore della Riserva naturale delle Bocche di Bonifacio – e la provincia