body-parcoinforma
  • progetti


    Per il Parco Marino Internazionale nuovo slancio alla cooperazione

    Nell’ambito delle attività di cooperazione transfrontaliera con la Corsica l’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena collabora sin dalla sua istituzione con l’Office de l’Environnement de la Corse (OEC), ossia l’agenzia corsa preposta alla gestione delle riserve naturali regionali qual è la Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio, ricompresa, come il Parco di La Maddalena, nella vasta area del Parco Marino Internazionale.

    Fauna marina in difficoltà, recuperata la prima tartaruga marina

    Si è svolta a fine gennaio, per la prima volta nel 2010, un’operazione del Parco di recupero di una tartaruga marina in difficoltà; l’attività, di particolare importanza per la tutela di questa specie protetta, si inserisce nel quadro della Rete regionale per la conservazione di mammiferi e tartarughe marini in difficoltà (cioè il servizio che l’Assessorato alla difesa dell’ambiente della Regione Autonoma della Sardegna ha organizzato già da diverso tempo sviluppando un’apposita Rete). L’Ente Parco nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena ha infatti recentemente incaricato la società Naturalia di La Maddalena per essere coadiuvato in tale attività.

    Intervista a Bruno Paliaga, Coordinatore del Parco

    Dott. Paliaga, può parlarci dei risultati delle attività da Lei svolte come Coordinatore?
    A giugno la situazione amministrativa era piuttosto difficoltosa ma ciononostante siamo riusciti a far ripartire subito molte attività e a concentrarci sugli attuali problemi. Recentemente è intervenuta l’approvazione della rimodulazione delle risorse liberate sul programma Comunitario Interreg III, funzionali a dare assetto ed organizzazione presso il complesso di Stagnali con  lavori di manutenzione straordinaria ed allestimento di uffici per compiti specifici ed operativi; questi ultimi saranno particolarmente orientati alla gestione ambientale vera e propria e al perseguimento dell’obiettivo di realizzare logisticamente le strutture legate al progetto del “Parco Marino Internazionale”, recentemente rilanciato con la partecipazione a un nuovo bando comunitario.

    Sostenibilità ambientale e infrastrutture per valorizzare la biodiversità, il Parco partecipa con i suoi progetti a due bandi della Regione Sardegna

    1) Bando per idee innovative nell’ambito della sostenibilità ambientale
    Il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, rispondendo al Bando per il cofinanziamento di progetti finalizzati al conseguimento della Sostenibilità Ambientale, pubblicato lo scorso settembre dall’Assessorato della Difesa dell’Ambiente della Regione Sardegna, Servizio di Sostenibilità Ambientale e Valutazione Impatti, ha presentato la domanda di partecipazione ad una manifestazione d’interesse finalizzata a realizzare un progetto per l’avvio di attività innovative che perseguano l’obiettivo della sostenibilità ambientale.

    ReTraParc, il progetto va avanti, soddisfazione per lo stato dei lavori

    L’autorità preposta al controllo di primo livello degli enti che partecipano al progetto transfrontaliero ReTraParc (Rete Transfrontaliera dei Parchi di Nord Sardegna e Corsica) – che vede il Parco di La Maddalena cooperare con i Parchi dell’Asinara e di Porto Conte, con la Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio e con la Provincia di Sassari – ha recentemente comunicato che le attività amministrative per la gestione del progetto hanno conseguito l’obiettivo della completa certificazione delle spese sostenute dall’Ente Parco, pari finora al 20% del budget assegnato.

    I Rossomori maddalenini invocano collaborazione tra Comune e Parco Bonanno: “Il Parco da sempre disponibile al dialogo e al confronto”

    Il comunicato stampa riguardante il Parco Nazionale divulgato il 9 dicembre dai Rossomori maddalenini

    I Rossomori maddalenini, preso atto della confusione che regna nel mondo politico isolano e convinti che i partiti del centrosinistra debbano costruire una lista elettorale unitaria in vista delle elezioni amministrative di maggio, si rivolgono direttamente ai cittadini per fare conoscere le proprie posizioni sui principali temi che riguardano l’Arcipelago di La Maddalena ad iniziare dal ruolo del Parco Nazionale.

    Progetto “ReTraParc”, la prima riunione sul GIS a La Maddalena

    Si è  svolta il 14 ottobre scorso presso la sede del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena la terza riunione operativa del Progetto Retraparc  alla quale hanno partecipato gli esperti GIS designati dai partner del progetto, ovvero dall’Università di Sassari, dalla Provincia di Sassari, dal Parco dell’Asinara, di Porto Conte, di La Maddalena e dalla Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio.

    Alla scoperta del Parco su kayak da mare... una nuova opportunità di turismo a basso impatto ambientale

    Risponde alle domande Costantino Lifrieri, Istruttore di kayak da mare e Guida marina  ***

    Costantino, potresti far capire ai nostri lettori che cosa è un kayak da mare?

    Avifauna, la Lipu svolge uno studio anche nell’Arcipelago

    La Lega Italiana per la Protezione degli Uccelli ha condotto, nei mesi scorsi, un’indagine complessiva sullo stato di conservazione dell’avifauna nei Parchi Nazionali italiani, analizzando complessivamente i dati relativi a 9 Parchi e prendendo in considerazione 46 specie.