body-parcoinforma
  • rapporti con gli enti locali


    Associazione 394 e Coordinamento RSU dei parchi preoccupati per le conseguenze della spending review

    L’Associazione 394 e il Coordinamento RSU dei parchi lanciano l’allarme per la previsione di un nuovo taglio alle dotazioni organiche degli enti parchi: nei giorni scorsi la prima ha scritto alle associazioni ambientaliste, di settore e culturali, a Federparchi e a personalità del mondo politico e culturale per denunciare la “crisi senza precedenti” che registrano

    La base bissa? E noi a bussare

    Siamo già profondamente divisi nell’isola. Tra chi è pronto a sventolare le bandierine stars and stripes e chi a tirar fuori gli striscioni “yankees go home”. Tra chi spera e chi teme che dal futuro torni il passato.

    Bentornati!

    "Se ne vanno gli americani, ma dove vanno a finire i lavoratori?" Per due anni abbiamo sofferto l’altalenare delle sorti di oltre 140 lavoratori maddalenini (di nascita o di adozione). 140 famiglie appese ad un filo. Lo smantellamento della base americana segnava al tempo la fine di un’epoca e l’inizio di un'altra tutta di scrivere.

    "Eppur si muove!" - di Giuseppe Bonanno (Presidente del Parco e Direttore Editoriale)

    Una progressione lenta e a parer di molti impercettibile, ma si muove, al di là di ogni ragionevole dubbio, e contro le previsioni, i tatticismi verbali e le elucubrazioni lessicali, il Parco si muove, si evolve e ritorna nell’alveo della “normalità”, della “norma”, intesa in questo senso come ritorno al rispetto al dettato della legge.

    I Rossomori maddalenini invocano collaborazione tra Comune e Parco Bonanno: “Il Parco da sempre disponibile al dialogo e al confronto”

    Il comunicato stampa riguardante il Parco Nazionale divulgato il 9 dicembre dai Rossomori maddalenini

    I Rossomori maddalenini, preso atto della confusione che regna nel mondo politico isolano e convinti che i partiti del centrosinistra debbano costruire una lista elettorale unitaria in vista delle elezioni amministrative di maggio, si rivolgono direttamente ai cittadini per fare conoscere le proprie posizioni sui principali temi che riguardano l’Arcipelago di La Maddalena ad iniziare dal ruolo del Parco Nazionale.

    “Io non ci sto più”

    Ritengo sia inaccettabile che gli enti locali si sottraggano alle responsabilità che hanno per Legge. Il Parco per anni ha mitigato situazioni che avrebbero potuto determinare danno ambientale impegnando risorse e fondi propri per opere di bonifica e ripristino ambientale causato dall’accumulo di rifiuti solidi urbani spiaggiati.

    La “pagliuzza” del Parco e la “trave” del Comune

    Pubblichiamo integralmente i documenti che sono stati al centro delle forti polemiche dei giorni scorsi